CITTADINI EUROPEI CON IL CLIL/EMILE

CITTADINI EUROPEI CON IL CLIL/EMILE

scuola secondaria di 1° grado

LA METODOLOGIA CLIL – EMILE

La metodologia CLIL, acronimo inglese di “Content and Language Integrated Learning”, che in francese diventa EMILE, “Enseignement d’une Matière Intégré à une Langue Etrangère”, è l’apprendimento integrato di contenuti disciplinari in lingua straniera, nell’ultimo decennio ha assunto un ruolo di primo piano nella discussione pedagogica in Europa.

Una ragione fondamentale dell’importanza di tale ruolo è data dal fatto che oggi la Commissione Europea sostiene convintamente la condizione per cui ogni cittadino europeo dovrebbe parlare altre due lingue oltre alla lingua madre.

Molti paesi dell’Unione Europea hanno quindi introdotto, nei loro sistemi scolastici l’insegnamento di alcune discipline in una o più lingue straniere in quanto questa forma di apprendimento, combinando aspetti linguistici e disciplinari, persegue un doppio obiettivo. Questo approccio pedagogico, infatti, permette all’alunno, da una parte, di acquisire conoscenze in contenuti specifici del programma di studio e d’altra parte, di sviluppare competenze linguistiche in una lingua diversa dalla propria.

La globalizzazione degli affari, del commercio e dell’industria e la crescente mobilità delle persone rendono imperativo, per tutti, la conoscenza delle lingue straniere, al fine di assicurare una preparazione adeguata al mondo del lavoro in tutta l’Unione.

IL NOSTRO PROGETTO CLIL-EMILE

Il progetto prevede la realizzazione di un blog, in cui gli alunni posteranno, in lingua francese, il materiale didattico da essi stessi elaborato durante il modulo. La disciplina non linguistica interessata riguarda le scienze. Il topic/sujet si concentrerà sul tema dell’alimentazione legata al benessere, temi molto attuali a livello nazionale e locale.

Non mancheranno, infatti, riferimenti all’EXPO 2015 di Milano e alla realtà del nostro territorio, tristemente noto con il nome di “terra dei fuochi”.

INNOVATIVIÀ E RIPRODUCIBILITÀ DEL PROGETTO

Il progetto è innovativo perché quasi completamente on-line e del tutto riproducibile, perché tutti potranno accedere al blog ed usufruire dei materiali digitali presenti in esso, dalle lezioni create col powerpoint e/o col word, alle foto di cartelloni prodotti, alle mappe concettuali per meglio ricordare i concetti, ed altro ancora.

CONTESTO E SCUOLE CHE COSTITUISCONO LA RETE

Le scuole che costituiscono la rete sono tutti degli Istituti Comprensivi che agiscono nel territorio della provincia di Caserta:

1. Istituto Comprensivo  di Macerata Campania;

2. Istituto Comprensivo “Mameli” di Curti;

3. Istituto Comprensivo “Beethoven” di Casaluce;

4. Istituto Comprensivo “Gaglione”di Capodrise;

5. Istituto Comprensivo “De Amicis” di Succivo;

6. Istituto Comprensivo “Gallozzi” di S. Maria Capua Vetere.

Come purtroppo tutti sappiamo, la provincia di Caserta è una realtà  devastata dal tema dell’ambiente strettamente connesso a problemi di salute dovuti all’inquinamento del suolo e non solo, elemento cardine per la crescita dei nostri frutti. Da qui la tematica dell’alimentazione e di una campagna di invito a nutrirsi in maniera sana seguendo un corretto regime alimentare.

Tutti gli Istituti promuovono attività progettuali concernenti le tradizioni locali, l’educazione all’alimentazione, lo sport, il potenziamento delle lingue straniere e la legalità.

I docenti coinvolti nel progetto sono  quelli di lingua francese e di scienze che dal mese di marzo inizieranno a proporre, in 2 classi terze della scuola secondaria di primo grado, le lezioni usando la metodologia CLIL.

Il blog sul quale saranno pubblicati i materiali elaborati dagli alunni, man mano che verranno prodotti è al seguente indirizzo:

http://clil-emilealimentation.blogspot.it/

 

NO COMMENTS

Leave a Reply