Recensioni

CASERTA (Antonio Alessandrino) – Tra le novità discografiche Italiane di quest’ultima parte dell’anno spicca “Alle porte della città”, album d’esordio dei Finistère, band indie-pop formatasi nel 2012 tra Bergamo e Milano.

I quattro membri del gruppo, precedentemente già attivi in altre formazioni come Cheap Mondays, Clinker Portland e Daisy Chains, dimostrano già all’esordio un’importante maturità artistica e un songwriting ricercato ma diretto, capace di mettere a suo agio chi vi si avvicina sin dai primissimi ascolti.

Le undici tracce del disco, prodotto della neonata etichetta Costello’s Records, parlano di storie di ragazze di provincia, di rapporti e voglia di cambiamento, adagiate su un tappeto di chitarre brit e melodie ariose.

Il primo brano dell’album è l’avvincente cavalcata di “Lo so che mi odi”, di cui è stato girato anche un delizioso videoclip.

https://www.youtube.com/watch?v=6zTAwDHqU_4
https://finisterivolta.bandcamp.com/
soundcloud.com/finisterivolta
http://finistoria.tumblr.com/

ULTIME NOTIZIE

0 359
Oggi  il mondo intero commemora la giornata internazionale contro la violenza sulle donne con iniziative che promuovono la sensibilizzazione  su questo tema. I drappi arancioni sulla facciata del Palazzo Municipale di Curti e...