Roma passo avanti. Black Out Udinese e Parma. Napoli dove sei?

Roma passo avanti. Black Out Udinese e Parma. Napoli dove sei?

0 584

Una giornata ricca di emozioni per gli appassionati della domenica “pallonara”. La Roma ingrana la marcia e si avvicina minacciosa ai Campioni d’Italia, bloccati dal pareggio casalingo. L’udinese di Stramaccioni subisce la rimonta e il sorpasso del Verona, realtà sempre ostica, trascinata dal longevo Toni, a segno anche in questa circostanza.Il Parma tra le mura amiche non riesce a reagire alla serie disastrosa di inizio stagione.

Nel match al Luigi Ferraris di Genova la Roma strappa una vittoria fondamentale per continuare a insidiare la Juventus capolista. Rudy Garcia Si affida alle freccie  Florenzi e Ljalic a supporto di Gervinho. Modulo a specchio per gli uomini di Gasperini. Al 29′ i Grifoni subisco l’inferiorità numerica, espulsione di Perin,maldestro in uscita e l’arbitro indica il dischetto. Dentro il portiere Lamanna che rileva Falque; proprio il nuovo entrato neutralizza il penalty di Ljalic. Minuto 40 e Nainggolan insacca per il vantaggio capitolino. I padroni di casa recriminano per la mancata assegnazione della marcatura di Rincon nel finale di gara per fuorigioco millimetrico.

 

20141209162120-Roma-Genoa

 

L’Udinese patisce una sconfitta in casa. Il solito Di Natale porta i padroni di casa in vantaggio. Allo scadere del primo tempo Toni riacciuffa il risultato portando gli ospiti sul pari. Ad inizio ripresa doccia gelata per gli uomini di Stramaccioni che subiscono il sorpasso firmato Christodoulopoulos. download

A Parma un risicato pareggio tra Parma e Cagliari. la partita termina sullo 0-0, risultato che non cambia la classifica dei Ducali fermi in fondo al gruppo a quota 6.

Colpo grosso in trasferta per i Viola di Montella al sintetico di Cesena. La Fiorentina si impone per 4-1 sui bianconeri mai in partita. Le marcature sono di Borja Valero, Savic, Rodriguez ed El Hamdaoui nel recupero del secondo tempo. il Gol della bandiera cesenate arriva su svarione di Neto.

L’incontro della serata è il big match tra Milan e Napoli. A San Siro gara di importanza fondamentale per le due squadre; da una parte i Partenopei cercano di continuare una striscia positiva e ingranare la marcia dopo i tre pareggi di fila; per i Diavoli cercare la prestazione orgogliosa voluta da Inzaghi.

I padroni di casa subito in vantaggio con il guizzo di un sontuoso Menez al 5′. Il Napoli cerca la reazione d’orgoglio,ma manca qualità tra i reparti; De Guzman non illumina e Mertens e Callejon non pungono la difesa rossonera.Nel secondo tempo gli uomini di Benitez entrano in campo con maggiori convinzioni, la manovra avvolgente non da i frutti sperati e il Napoli si espone alle continue ripartenze del Milan innescate dagli ottimi Montolivo, recuperato dopo il lungo stop, e Bonaventura in formato Jolly. Proprio Bonaventura da il doppio vantaggio ai compagni; lasciato solo in area spizza di testa su cross dell’ex Armero. Nemmeno l’entrata di Hamsik ,per uno spento Jorginho e, di Zapata per l’evanescente Mertens, cambia le sorti della partita. Tre punti che regalano il sorriso ad inzaghi e qualche grattacapo natalizio a Benitez.

Migliore in campo Menez, il francese galvanizzato dal gol ha espresso l’intero potenziale offensivo.

Da rivedere l’intero reparto difensivo partenopeo.download (1)

NO COMMENTS

Leave a Reply