Floome: l’etilometro smart

Floome: l’etilometro smart

Il giovane imprenditore Fabio Penzo della start-up 2045tech, fondata nel 2013, nata per migliorare la vita delle persone attraverso le nuove tecnologie, ha sempre voluto creare qualcosa di nuovo partendo dal nulla. Anche se astemio, ha inventato un etilometro portatile che attraverso un’app sul proprio smartphone, misura la concentrazione di alcol nel sangue.

Il suo nome è Floome, il suo design è minimale ed è dotato di un cappuccio removibile per essere lavato, rendendolo molto igienico. Se il livello di alcol nel sangue è troppo alto, Floome stima quanto tempo serve al corpo prima di poter tornare tranquillamente al volante. Se non si ha modo di aspettare di smaltire l’eccesso d’alcol, l’applicazione permette di chiamare il taxi più vicino.

Floome ha già raggiunto notevoli risultati come la vittoria del concorso Hack The Expo, organizzato dalla prestigiosa rivista Wired e altri premi a livello internazionale.

Penzo vive a Padova, dove studia ingegneria delle telecomunicazioni e ha fondato la sua start-up. La sua filosofia di vita si basa sul principio del kaizen, che in giapponese vuol dire “miglioramento continuo”, un termine coniato negli anni Ottanta per descrivere i successi dell’industria nipponica.

La sede della 2045tech è in Italia, ma la mentalità è decisamente globale, perché, come spiega Penzo: “Creare novità ad alto impatto sociale è fattibile, ma solo se non si ha fretta. E, dal mio punto di vista, l’innovazione è tale solo se si arriva in orario”.

Fonte: Wired 12/14

NO COMMENTS

Leave a Reply