Daily Archives: 8 dicembre 2014

0 979
http://www.skppsc.ch/10/slider/bilder/09_internet_cafes.png

CASERTA – (Salvatore Giordano) – Nel 2015, l’ultima frontiera è quella della truffa via mail. Sarà capitato a molti, compreso il sottoscritto, di aprire la propria casella di posta elettronica e trovare una mail scritta in lingua inglese nella quale un sedicente avvocato annunciava la morte di un parente residente all’estero e la possibilità di acquisire una cospicua eredità, che nel mio caso sarebbe ammontata a 7.5 milioni di dollari.

L’avvocato, residente in Togo, comunicava che il parente era deceduto in un incidente stradale ed era necessario rispondere alla mail per dare il via alle procedure per l’acquisizione dell’eredità.

Molte persone sono cadute in questa trappola, ben architettata. Infatti la mail è solo il primo passo, in quanto una volta stabilito il contatto il nostro truffatore comincia ad inviare una credibile documentazione della parentela dell’interessato con il defunto.

A questo punto l’avvocato annuncia che il 20% dell’eredità dovrà essere utilizzato, per volontà del defunto, in opere di beneficenza a suo nome, mentre la restante parte potrà essere divisa al 50% tra l’avvocato stesso e il parente.

E’ proprio qui che si configura la truffa in quanto vi sarà chiesto un contributo ammontante a poche centinaia di euro per l’invio della documentazione.

Di fronte a 7.500.000 $, tutti sono disposti a spendere poche centinaia di euro, ma una volta partito il bonifico, l’avvocato scompare assieme all’eredità.

0 582

La saga di Harry Potter potrebbe non essere ancora finita! JK Rowling, l’autrice del fortunatissimo racconto, ha annunciato che dal 12 al 23 dicembre pubblicherà una sorpresa al giorno sul sito pottermore.com.

L’annuncio dell’iniziativa lascia spazio alla fantasia dei lettori: “meravigliosi scritti di Rowling in momenti del Principe Mezzosangue, dorati Galeoni e perfino una nuova pozione, o forse anche due”.

Prima, però, di poter accedere agli inediti racconti, i lettori dovranno ogni giorno risolvere un indovinello.

0 526

Non ci sono stati scossoni al vertice nella 14a giornata di Serie A, mentre la sorpresa è senza dubbio rappresentata dal cammino da Champion’s del Genoa di Gasperini.

Il turno sembrava assolutamente favorevole alla Roma, visto l’impegno ostico della Juventus sul campo dei rivali di sempre della Fiorentina. La sfida a distanza delle due prima della classe invece finisce senza cambiamenti di classifica. Infatti, anche se i bianconeri faticano non poco ed escono con un punto dal Franchi dopo una partita a reti inviolate, i capitolini non ne approfittano. La Roma viene fermata in casa dal sorprendente Sassuolo, che si porta in vantaggio di due gol e di un uomo (grazie alla doppietta di Zaza e all’espulsione di un De Rossi in confusione assoluta), ma viene poi raggiunto nel secondo tempo a causa di un rigore generoso e di un gol in leggero fuorigioco.

In zona Champion’s, il Napoli di Benitez pareggia in casa per 2-2 con l’Empoli, anche qui dopo essere andato in svantaggio per due reti, e perde la terza posizione in classifica. La vera squadra copertina della giornata è il Genoa, che batte un deludente Milan con la rete su calcio d’angolo del capitano Antonelli e si porta a due punti di vantaggio dal Napoli.

Continua invece il momento nero dell’Inter, che sembra non aver beneficiato ancora del cambio in panchina. Gli uomini di Mancini vengono sconfitti in casa dall’Udinese degli ex Stramaccioni e Stankovic. Sugli altri campi, vince in rimonta la Lazio contro il Parma che ha appena cambiato proprietà (acquistato da un gruppo petrolifero asiatico), mentre pareggiano Torino e Palermo. Chiuderanno la giornata “spezzatino” i posticipi Cagliari-Chievo e Verona-Sampdoria.

0 548

È il risultato di un sondaggio tra gli utenti di Blinkbox, una piattaforma britannica di video on demand. Il 36% dei voti è andato al decennio vincente, seguito dagli anni ’70 con il 25% dei voti e gli anni ’90, che si fermano al 10%.

Tra i singoli brani, il preferito risulta essere ‘Fairytale of New York’, della band irlandese Pogues e Kirsty MacColl, brano del 1987, che mischia melodie natalizie con un testo piuttosto dissacrante. Nella top 10 per gli anni ’80 anche ‘Last Christmas’ degli Wham! e ‘Do they know it’s Christmas?’ della Band Aid, il collettivo che riuniva per scopi umanitari artisti internazionali come Midge Ure, Sting, Phil Collins, Spandau Ballet, David Bowie, Bob Geldof, Simon Le Bon e molti altri.

ULTIME NOTIZIE

0 415
Oggi  il mondo intero commemora la giornata internazionale contro la violenza sulle donne con iniziative che promuovono la sensibilizzazione  su questo tema. I drappi arancioni sulla facciata del Palazzo Municipale di Curti e...