Monthly Archives: dicembre 2014

0 2420

 

Sono state diverse le serie tv che hanno avuto successo nel 2014: il nuovo anno promette spettacolo con nuove serie in arrivo e soprattutto con le nuove stagioni delle principali fiction in corso.

Ecco una lista di dieci titoli con nuove uscite in arrivo. L’ordine è dato dal punteggio ottenuto su IMDb, noto social per film e serie tv.

10. Scandal

scandal

IMDb: 8.0

La serie ha debuttato in USA nel 2012 su ABC: In Italia è Fox Life a trasmetterla. La quarta stagione, già in onda in America, sarà sugli schermi italiani nel 2015. Rumours parlano di una quinta stagione in fase di approvazione.

 

9. Gotham

gotham

IMDb: 8.2

Prequel di Batman, Gotham è stato lanciato nel 2014 da Fox USA. In Italia la prima stagione è stata trasmessa da Mediaset Premium.

 

8. Silicon Valley

silicon

IMDb: 8.4

Qualcuno l’ha chiamato il nuovo The Big Bang Theory. La trama: un gruppo di geek americani fonda una start-up e tra mille peripezie, lancia un’app destinata a “rendere il mondo un posto migliore”. Da dicembre 2014 Sky Atlantic trasmette la prima stagione in Italia, la seconda verrà lanciata da HBO nel corso del 2015.

 

7. Orange is the new Black

orange

IMDb: 8.5

Una brava ragazza dell’east coast americana finisce in carcere per una storia di droga. La serie di Netflix mescola drammi, passione e risate. Le prime due stagioni hanno riscosso successo dal pubblico, la terza è prevista in USA per giugno 2015. Al momento Mediaset Premium trasmette la seconda stagione.

 

6. Homeland

homeland

IMDb: 8.5

Spionaggio, terrorismo, intrighi politici e operazioni tattiche. Fox ha trasmesso la quarta stagione in Italia nel 2014. L’anno prossimo in USA, Showtime lancerà la quinta.

 

5. Black Mirror

black

IMDb: 8.7

E’ una mini-serie: tre puntate a stagione, prodotte nel Regno Unito su Channel 4. Lo schermo nero è quello dei nostri smartphone, tablet, televisori. La serie ha uno sguardo problematico e paranoico sull’avanzare delle tecnologie in ogni ambito della nostra vita. Uno speciale di Natale è stato lanciato a fine 2014, come elemento di collegamento tra la seconda stagione e la terza, prevista per il 2015. In Italia le puntate sono uscite su Sky Cinema.

 

4. Fargo

fargo

IMDb: 9.1

La regia è dei fratelli Coen, gli stessi che realizzarono l’omonimo film nel 1996. Una cittadina del Minnesota è sconvolta dall’arrivo di Lorne Malvo, manipolatore in procinto di organizzare un piano criminale. La serie è stata trasmessa in USA da FX. in Italia Sky Atlantic trasmette la prima stagione dal 16/12/2014. E’ già prevista la seconda stagione per l’autunno 2015 (ci sarà Kirsten Dunst).

 

3. House of Cards

house2

IMDb: 9.1

C’è che dice che House of Cards stia cambiando il modo di concepire le serie tv. Di certo c’è che Netflix, l’ex blockbuster americano oggi sito internet di contenuti streaming, ha fatto dell’innovazione la sua bandiera. Le serie vengono caricate per intero nello stesso istante, secondo l’usanza del binge-watching (l’abbuffata di serie tv) che sempre più fa parte dei costumi dei fan. La terza stagione sarà sul sito il 27 febbraio.

 

2. True Detective

true

IMDb: 9.3

A giudizio della critica, la prima stagione è stata una delle più azzeccate performance del premio Oscar Matthew McConaughey. La seconda avrà scenario e attori diversi, cioè Colin Farrell e Vince Vaughn. E’ previsto che lo show sia sugli schermi americani in estate 2015. Sky Atlantic ha trasmesso in Italia la prima stagione.

 

1. Game of Thrones

game

IMDb: 9.5

La quinta stagione del Trono di Spade è prevista per la primavera del 2015. Come per la quarta, la serie sarà trasmessa in contemporanea in USA e in Italia, dove sarà trasmesso da Sky Atlantic. Su Twitter @GameofThrones ha già lanciato i primi teaser. Le nuove puntate faranno riferimento ai volumi A Feast for Crows e A Dance with Dragons, dalle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco di George R. R. Martin.

Foto: locandine ufficiali

CASERTA (Antonio Alessandrino) – Tra le novità discografiche Italiane di quest’ultima parte dell’anno spicca “Alle porte della città”, album d’esordio dei Finistère, band indie-pop formatasi nel 2012 tra Bergamo e Milano.

I quattro membri del gruppo, precedentemente già attivi in altre formazioni come Cheap Mondays, Clinker Portland e Daisy Chains, dimostrano già all’esordio un’importante maturità artistica e un songwriting ricercato ma diretto, capace di mettere a suo agio chi vi si avvicina sin dai primissimi ascolti.

Le undici tracce del disco, prodotto della neonata etichetta Costello’s Records, parlano di storie di ragazze di provincia, di rapporti e voglia di cambiamento, adagiate su un tappeto di chitarre brit e melodie ariose.

Il primo brano dell’album è l’avvincente cavalcata di “Lo so che mi odi”, di cui è stato girato anche un delizioso videoclip.

https://www.youtube.com/watch?v=6zTAwDHqU_4
https://finisterivolta.bandcamp.com/
soundcloud.com/finisterivolta
http://finistoria.tumblr.com/

0 1073

NAPOLI – La città di Napoli è da sempre percepita (e descritta dai media italiani e stranieri) come la città della delinquenza, la più pericolosa e insicura d’Italia. A sorprendere tutti arriva invece una ricerca condotta dalla rivista americana Business Insider, che ha stilato la classifica delle 50 metropoli più violente del mondo. Ad avere il triste primato è il Sud America, dove avvengono il 28% di tutti gli omicidi del pianeta, nonostante abbia solo il 9% della popolazione mondiale. Al primo posto c’è la città di San Pedro Sula in Honduras, con 169,3 omicidi ogni 100.000 abitanti, seguita da Acapulco in Messico e da Caracas, la capitale del Venezuela. Non ne escono bene nemmeno gli Stati Uniti, con 5 città in classifica tra cui New Orleans 17^ e Detroit 21^, con più di 50 uccisioni violente ogni 100.000 abitanti. Al di fuori del continente americano ci sono solo 3 città sudafricane, prima tra tutte la capitale, Cape Town.

E le città italiane? Non compaiono nemmeno in classifica. Il tasso medio di omicidi nel nostro paese è di 0,9 ogni 100.000 abitanti, inferiore anche a quello medio europeo di 1,2. Per quanto riguarda le grandi città, stando ai dati dell’Associazione Nazionale delle Forze di Polizia e dell’ISTAT, Napoli è solo la quarta in Italia per tasso di criminalità, dietro Milano, Torino e Roma.

FONTE FOTO: businessinsider.com

1 859
http://i.huffpost.com/gen/1564739/thumbs/o-UFO-facebook.jpg

USA – (Salvatore Giordano) – Finalmente è stato svelato uno dei segreti della misteriosa base americana in Nevada, la cosiddetta “Area 51″. Si tratterà, molto probabilmente, di una delusione per gli ufologi di tutto il mondo, tra i quali è diffusa la convinzione che dopo il cosiddetto incidente di Roswell (1947), i resti di un UFO e del suo equipaggio fossero stati trasportati all’interno della base. Ebbene, è notizia di questi giorni che molti avvistamenti avvenuti negli anni ’50 altro non fossero che esperimenti condotti dalla CIA.

L’agenzia governativa, in seguito alla declassificazione, nel 2013, di un dossier relativo proprio alla misteriosa base, ha svelato che i numerosi avvistamenti erano in realtà collegati a test compiuti dagli aerei spia U-2. Questi velivoli erano in grado di volare fino a 70.000 piedi, mentre i normali aerei di linea potevano raggiungere i 20.000 piedi e quelli militari i 40.000. Proprio da molti controllori del traffico aereo arrivarono, infatti, numerose segnalazioni di avvistamenti UFO. Tuttavia gli ufficiali della CIA decisero di mantenere il segreto per non compromettere le sperimentazioni.

 

0 638

DOHA (QATAR) – Festa grande a Napoli per la vittoria della Supercoppa italiana, la prima giocata negli Emirati Arabi, a Doha, capitale del Qatar. Gli azzurri, detentori della Coppa Italia, hanno avuto la meglio contro gli eterni rivali della Juventus, che si erano aggiudicati lo Scudetto. Nel corso della partita non sono mancate le emozioni. Già al 5° minuto, complice un grottesco errore difensivo di Albiol e Koulibaly, scontratisi tra loro mentre cercavano di rinviare un pallone innocuo, la Juventus passa in vantaggio grazie a Tevez, lanciato solo contro l’incolpevole Rafael. Da questo momento in poi, però, si assiste a un monologo partenopeo, con i bianconeri che si limitano a difendere senza riuscire a superare la metà campo, aiutati anche dalla fortuna quando prima Hamsik e poi Higuaìn colpiscono due legni a Buffon battuto. Gli sforzi dei napoletani vengono però ricompensati al 68°, quando De Guzman (preferito inizialmente all’acciaccato Mertens) si invola sulla sinistra e crossa per il colpo di testa del Pipita, che pareggia i conti. I tempi regolamentari si chiudono quindi sull’1-1 e nei supplementari la Juventus torna in campo molto più motivata, credo più occasioni di tutti i precedenti 90 minuti e passando in vantaggio con una splendida azione al limite dell’area targata Pogba-Tevez. Ma, come successo nel primo tempo, il Napoli reagisce rabbiosamente e raggiunge il 2-2 a soli due minuti dalla fine, grazie alla zampata di Higuain dopo una mischia in area juventina. Si arriva, quindi, alla lotteria dei rigori: dopo i primi due sbagliati da Jorginho e Tevez, una serie di 10 rigori perfetti sarà interrotta ai vantaggi dagli errori di Martens, Chiellini, Callejòn e Pereyra. Al 9° tiro dal dischetto per il Napoli si presenta Koulibaly, che colpisce il palo interno alla destra di Buffon e segna, mentre il successivo rigore tirato da Padoin viene parato con un grandissimo colpo di reni da Rafael, regalando la vittoria finale ai partenopei.

Si tratta della terza Supercoppa italiana giocata da Napoli e Juventus: nel 1990 finì 5-1 per gli azzurri, mentre nel 2012 la sfida dei veleni vinta dai bianconeri 4-2 ai supplementari.

0 663

LONDRA – Ormai da alcuni mesi un nuovo abitante ha deciso di trasferirsi negli eleganti quartieri londinesi: si tratta della volpe. E, secondo i tabloid inglesi, non si tratterebbe di un caso isolato. Ormai nella capitale del Regno Unito ci sarebbero meno double-decker (i famosi autobus rossi a due piani) che volpi, arrivate a costituire, secondo le stime, una popolazione di circa 10.000 esemplari. E’ diventato normale vederle aggirarsi non solo nei giardini dei sobborghi, ma anche per le strade del centro, tanto da essere state fotografate davanti al numero 10 di Downing Street, la residenza di David Cameron, primo ministro inglese.

I londinesi non hanno, però, preso bene l’arrivo dei nuovi concittadini a quattro zampe: sono accusate, infatti, di danneggiare giardini e auto e, in qualche caso, anche animali domestici. Secondo il New York Times, nonostante sia vietato, a Londra sono numerosi i cacciatori di volpi chiamati dagli stessi abitanti per eliminare quello che per loro rappresenta un problema.

FONTE IMMAGINE: repubblica.it

BRUXELLES – La Commissione Europea sta studiando un piano per ridurre i prezzi del gas importato in Europa e di conseguenza far scendere la bolletta energetica dei cittadini dell’Unione. Attualmente ogni Stato membro negozia singolarmente e in una posizione di debolezza i contratti di fornitura con i grandi Paesi produttori come la Russia e l’Algeria. In Italia in particolare il 43% del gas consumato nel 2013 era di provenienza russa.

Il progetto della commissione prevede la creazione di un’Unione Energetica e la centralizzazione di tutti gli acquisti di gas dei Paesi europei. La nuova società unica dovrebbe valutare i bisogni di ogni Paese europeo e trattare direttamente con la Russia in una posizione di mercato molto più vantaggiosa dell’attuale.

L’indiscrezione, riportata dal quotidiano tedesco Kommersant, non ha ricevuto smentite e ad aumentare le paure di Putin ha contribuito anche la decisione dell’azienda tedesca BASF, che ha revocato alla russa Gazprom la concessione di distribuzione diretta del gas in Germania.

Fonte immagine: affaritaliani.it

0 533

E’ accaduto in Messico; un misfatto da film horror. Una psicologa messicana, Maria Alejandra Lafuente, è accusata di aver ucciso il marito e di aver fatto a pezzi il corpo con una motosega, gettando i resti per Città del Messico.

Tutto è iniziato il 6 novembre scorso, quando il tronco corporeo di un uomo piuttosto robusto, decapitato e senza arti, fu rinvenuto a Cuautehmoc, una delle aree circostanti la capitale messicana.Poche ore più tardi, in un’altra zona di Città del Messico furono ritrovati altri resti: le braccia e le gambe, senza mani né piedi. La polizia iniziò a sospettare che si trattasse dei resti della stessa persona, tesi poi confermata dai medici legali.

L’uomo è stato riconosciuto, per modo di dire, come  Allan Carrera Cuellar, 41 anni. La moglie dapprima, collaboratrice di giustizia, ha destato sospetti poichè non denunciò la scomparsa e per sviare gli inquirenti continuava a inviare sms al marito. La testa e ciò che rimaneva di mani e piedi fu ritrovato nei pressi della casa della coppia, insieme ad una sega elettrica, lo strumento con cui la donna avrebbe fatto a pezzi il corpo.

Fonte img: liberoquotidiano

0 514

PYONGYANG – Sarebbe dovuto arrivare a breve nelle sale americane il film satirico The Interview, la cui trama ironizzava sul leader e dittatore nord coreano Kim Jong-Un. Il lancio però è stato bloccato e la prima a New York cancellata dopo l’attacco hacker ai database della casa cinematografica produttrice Sony Pictures Entertainment. L’azione è stata rivendicata dal gruppo “Guardiani della pace” (secondo il sito Bloomberg forse collegati ai nordcoreani “DarkSeoul”), che ha minacciato anche attacchi terroristici contro chiunque andasse a vederlo.

I vertici del paese comunista asiatico hanno dichiarato pubblicamente di non avere legami con l’azione, ma intanto le relazioni diplomatiche con gli USA fanno segnare un nuovo minimo, con il presidente Obama che nel discorso di fine anno sottolinea la vicenda dicendo che “nessun dittatore imporrà la censura agli Stati Uniti”.

Il cyber attacco ha provocato danni ingenti alla Sony Picture, stimati intorno al mezzo miliardo di dollari. Sono finiti in rete i dati personali e le email di migliaia di dipendenti, oltre a film non ancora usciti nelle sale e la sceneggiatura del nuovo James Bond con Daniel Craig e Monica Bellucci.

FONTE IMMAGINE: repubblica.it

0 651

ROMA – In periodo di crisi economica e tentativi di riduzione delle spese da parte dello Stato, al centro dell’attenzione sono finite le regioni. Negli ultimi mesi, infatti, sono stati diversi gli scandali che hanno visto coinvolti interi consigli regionali, accusati di aver sprecato fondi pubblici in maniera assolutamente sconsiderata. Dopo essere intervenuti, almeno in parte, sulle province,  in parlamento arriva un proposta che prevede la riduzione delle regioni dalle attuali 20 (o 19 più le province autonome di Trento e Bolzano) a 12. I promotori della riforma sono Roberto Morassut e Raffaele Ranucci, rispettivamente deputato e senatore del PD, che hanno preso spunto dal tentativo analogo che sta avvenendo in Francia, dove il premier Valls ha posto come obiettivo la riduzione da 22 a 13 nel numero di regioni.

La proposta prevede:

  • Regione Alpina: Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.
  • Regione Lombardia
  • Regione Triveneto: Trentino Alto-Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia.
  • Regione Emilia-Romagna: con l’aggiunta della provincia di Pesaro e Urbino.
  • Regione Appenninica: Toscana, Umbria e la provincia di Viterbo.
  • Regione di Roma Capitale: comprendente la sola Provincia di Roma.
  • Regione Adriatica: Abruzzo, Marche senza Pesaro-Urbino, le provincie di Rieti e Isernia.
  • Regione Tirrenica: Campania e le province di Latina e Frosinone.
  • Regione del Levante: Puglia e le province di Matera e Campobasso.
  • Regione del Ponente: Calabria e la provincia di Potenza.
  • Regione Sicilia
  • Regione Sardegna

FONTE FOTO: il quotidiano italiano

ULTIME NOTIZIE

0 359
Oggi  il mondo intero commemora la giornata internazionale contro la violenza sulle donne con iniziative che promuovono la sensibilizzazione  su questo tema. I drappi arancioni sulla facciata del Palazzo Municipale di Curti e...